Regola Mentis (veni vidi vici)

Chi siamo, cosa facciamo e come lo facciamo.
Leggete, ricordate e meditate... sempre!

regola
 
CHI SIAMO? Un gruppo di amici!
COSA FACCIAMO? Enduriamo!
CHE MOTO ABBIAMO? Di qualsiasi genere, bmw, ktm, yamaha, honda ecc.!
PERCHE' LO FACCIAMO? Per puro divertimento!
COME LO FACCIAMO? Con passione e rispetto!
DOVE ANDIAMO? Ovunque sia permesso andare!

Come avrete ben capito NON siamo una associazione, ne un motoclub  di nessun genere, non abbiamo ne tessere ne sponsor e non siamo iscritti a nulla, però nell'arco degli anni ci siamo IMPOSTI delle regole che rispettiamo sempre ad ogni singola uscita.
Leggi attentamente queste poche righe, giusto per capire e conoscerci meglio.

 
1) Tutte le nostre moto devono essere completamente in regola con il C.D.S. (specchietti, luci, frecce, targhe ecc.) assicurate e revisionate dal momento che si percorrono anche lunghi tratti di strade asfaltate. Devono essere in perfetto stato di manutenzioni (le riparazioni in zone impervie sono una noia), possibilmente dotate di sistemi di protezioni passive onde evitare rotture di qualsiasi genere e possibilmente equipaggiate con gomme tassellate.
2) Non siamo una associazione, una squadra o un club di nessun genere, pertanto non abbiamo nessun tesseramento e nessuno scopo di lucro.
3) Bisogna sempre indossare un abbigliamento adeguato: casco, occhiali, protezioni su ginocchia, gomiti e spalle (possibilmente pettorina completa), stivali da cross, guanti ecc. purtroppo le cadute ad ogni uscita sono all'ordine del giorno. Vietato presentarsi con casco jet, jeans, mocassino e bomber.
4) Bisogna avere tutta la dotazione di serie della propria moto: chiavi complete per smontaggio/montaggio moto (specialmente per le ruote), leve caccia gomme, camere d'aria, pompetta per gonfiaggio ruote, fusibili, cavetti in acciaio (frizione e gas), fascette a strappo, nastro americano, corda  e tutto ciò che può essere indispinsabile per una riparazione veloce di emergenza. I tuoi compagni non sono la tua bisaccia ne i tuoi meccanici personali.
5) Non ci sono capi, leader o responsabili di qualsiasi genere, pertanto ogni singolo motociclista è responsabile di se stesso, della propria moto e delle proprie azioni.
6) Siamo un gruppo molto affiatato evitiamo in tuttti i modi di farci male specialmente tra di noi, non viaggiamo mai da soli, non si fanno gare o competizioni di nessun genere, chi cammina di più sta avanti, chi cammina di meno sta dietro. Se proprio si deve sorpassare per necessità lo si fa in massima sicurezza senza coinvolgere altri motociclisti.
7) Prestiamo la massima attenzione alle persone e animali che incontriamo, rispettiamo l'ambiente che ci ospita e evitiamo l'accesso in zone o aree protette e vietate, se notiamo ostacoli o imprevisti cerchiamo di segnalarlo a chi ci segue. Ci si aiuta e ci si aspetta sempre, controlliamo sempre di avere il compagno dietro di noi, rispettando le regole della buona educazione.
8) Siamo pienamente consapevoli e responsabili di eventuali multe elevate dalle autorità competenti.
9) Per ricordare le giornate trascorse insieme ad ogni uscita si fanno e siete pregati di fare tante foto e video che potrebbero poi essere pubblicate su vari siti, bolg, forum e social network. Se non desiderate essere pubblicati e/o taggati dovete comunicarlo con anticipo.
10) Accettiamo qualsiasi proposta e/o suggerimento di ulteriori regole.

 
Sistema di guida denominato POSTA
 
Cercherò di descrivere nel modo più semplice il sistema della posta, un sistema che permette di NON fermarsi nella guida e di non perdersi (quasi) mai, specialmente quando ci sono molte moto con andatura diversa, si incontrano parecchi bivi, c’è parecchia polvere da dover lasciare molto spazio tra un pilota o l’altro e via dicendo, vi assicuro comunque che è più facile a farsi mentre si guida che a dirsi. Ok partiamo.
 
Identifichiamo la moto A come la GUIDA (il primo del gruppo), la moto B come la SCOPA (ultimo del gruppo), le altre moto con i numeri 1,2,3,4,5.
 
A la guida sarà SEMPRE in testa a TUTTI e guiderà appunto il gruppo per TUTTO il giro.
B la scopa sarà SEMPRE ultimo, chiuderà SEMPRE il gruppo.
1-2-3-4-5 sono le moto del gruppo.
Gran parte delle volte A e B dispongono di walkie-talkie in modo da rimanere sempre in contatto in caso di problemi o di rallentamenti anomali del gruppo.
 
Si parte nella formazione A-1-2-3-4-5-B, diciamo che si crea una distanza tra le varie moto, ad un tratto troviamo il classico bivio a Y ed è qui che la moto 1 si dovrà FERMARE INDICANDO alle moto 2-3-4-5 la direzione di dove è andata la guida A.
La moto 1 RIMARRA’ FERMA fin quando non arriva la scopa B che gli farà cenno di ripartire e SOLO in quel caso potrà ripartire DAVANTI a B.
Adesso abbiamo la formazione A-2-3-4-5-1-B, stessa situazione di prima… si arriva al bivio Y, la moto 2 si dovrà fermare indicando a 3-4-5-1 la direzione di dove è andata la guida A.
La moto 2 rimarrà ferma fin quando non arriva la scopa B che gli farà cenno di ripartire e solo in quel caso potrà ripartire DAVANTI a B.
Adesso abbiamo la formazione A-3-4-5-1-2-B. E così si prosegue per tutto il tour.
 
Nella speranza che la descrizione sia stata abbastanza chiara… tanto gassss e divertiamoci!!!

Se ti piace la nostra filosofia e il nostro modo di endurare allora sei il benvenuto, madaci una mail e ti risponderemo al più presto, gli enduristi di Roma, del Lazio e di tutta Italia sono sempre i benevenuti.

cartello
 
 
E' vietata la copia e pubblicazione di nomi, foto, testo e tutto il contenuto di questo sito anche parziale per qualsiasi fine o scopo.
 
 
Questa sezione verrà costantemente aggiornata nel tempo!